Perchè Hikito?

punto interrogativo

Dopo aver letto la sezione che descrive Il progetto Hikito e in cosa consiste, vi sarete chiesti del come mai ci è venuta in mente l'idea di mettere su un progetto, a chi si rivolge e su quali valori si basa. 

Alla fine del primo storico incontro con Alessandro, in cui parlammo per circa un'oretta sulla sua idea di creare dei gruppi, entrambi eravamo d'accordo che molti ragazzi/e che si ritrovavano per varie circostanze chiusi in casa siano in realtà delle risorse. Attenzione, non voglio dire che in ogni Hikikomori ci sia una sorta di talento nascosto, un po' come un banale supereroe, ma che la loro esperienza dolorosa sia di fatto un valore aggiunto che possa aiutare a mettere in discussione alcuni aspetti della società di oggi che hanno portato poi gli Hikikomori a chiudersi.  

Come tutti ben sappiamo gli Hikikomori hanno fatto un scelta ben precisa che è quella di estraniarsi dalla vita reale perchè poco soddisfacente o dura da affrontare. Esporsi alla società fa paura, perchè ci si rende vulnerabili e quindi più facilmente attaccabili.

Io sono la prima ad avere questo tipo di difficoltà, parlare è doloroso, gli altri finiranno per conoscermi di più e io non so se sono ancora pronta a farmi vedere al mondo. Tuttavia questa condizione non mi permette di vivere quelli che in teoria dovrebbero essere gli anni migliori e ogni giorno mi ritrovo a un bivio, meglio stare nel letto o farmi vedere? 

Grazie per la lettura, alla prossima settimana!

Eva